Gela: una raccolta firme per riattivare le fontane e dare acqua potabile ai cittadini

Una raccolta firme per sensibilizzare l’Amministrazione comunale all’apertura delle due fontane site in c.da Zapogna (via Sicani), e in c.da Roccazzelle, per mettere a disposizione dei cittadini , specialmente dei piu’ bisognosi, acqua bevibile gratuita , o comunque a prezzi molto contenuti, come già fanno altre realtà comunali”.

L’iniziativa è promossa dall’associazione gelese Codici.  Le due fontane hanno ricevuto interventi di restauro volti a fornire acqua potabile a tutti i cittadinni gelesi, con installazione di potabilizzatori, anch’essi chiusi. La collettività gelese è costretta da anni ad acquistare innumerevoli litri di acqua per potere coprire le esigenze vitali di bere e cucinare.

Ogni anno il costo medio di ogni famiglia gelese , composta da quattro perosona, soltanto per l’acqua minerale è pari ad una media di  600 euro. “L’acqua , fonte primaria , dovrebbe essere a disposizione di tutti i cittadini – comunica l’associazione – ma a Gela , soprattutto nel periodo estivo , molti quartieri rimangono a secco , creando notevoli disagi per i residenti e per gli innumerevoli soggetti che si recano in estate a Gela per ritrovare i propri parenti “.
“In questo periodo, in cui lo stabilimento petrolchimico è in fase di chiusura , si parla delle possibili prospettive di uno sviluppo turistico, ma….quale sviluppo potrebbe esserci  in una città priva del bene essenziale quale l’acqua?”, comunica l’associazione.
Chi volesse contribuire con una propria firma può farlo presso lo sportello  aperto ogni venerdì  dalle ore 17.00 alle ore 19,00 presso la sede sita in Gela nella Via degli Appennini n. 8 , quartiere Caposoprano (recapito  Tel 0933822883 )
E’ possibile recarsi presso la sede per chiedere informazioni , ricevere assistenza e aderire all’associazione per promuovere insieme  i diritti di Cittadinanza Attiva .

Articoli correlati