Gela: via Legnano senz’acqua da due mesi

C’è un quartiere a Gela che è senz’acqua da oltre due mesi. Si tratta delle via Legnano, dove i residenti esasperati sono costretti a comprare l’acqua delle autobotti, oltre a pagare le bollette salatissime di Caltaqua. Più volte gli abitanti del quartiere, chiamato Costa Zampogna, si sono rivolti agli uffici della società spagnola che distribuisce l’acqua in città, ma nulla finora è stato fatto. Famiglie con bambini, anziani che passano notti insonni nell’attesa che si riattivi la distribuzione, e magari qualcuno più fortunato riesce a racimolare qualche goccia di acqua. La beffa ancora più grande è che, oltre le bollette e il costo delle autobotti, i residenti del quartiere sono costrette a comperare acqua imbottigliata per cucinare, dato che nemmeno quella portata dalla autobotti risulta potabile. Lo stesso problema si presenta in via Torquato Tasso, nella zona Baracche, i residenti non ce la fanno più a trosportare l’acqua con i bidoni, che magari viene fornita da qualche parente o amico, inutili sono state fino adesso le denunce e la raccolta firme.