Gela: vie del centro storico senza acqua da venti giorni, nonostante le segnalazioni

Ancora senza acqua il centro storico di Gela. Da venti giorni rubinetti asciutti nelle vie Luigi Carlo Farini, Quintino Sella, Nicolò Minardi, Gioberti, Mazzini, Ivrea. Lo segnala il segretario cittadino del partito politico Conservatori e Riformisti Gela Francesco Agati, che dopo centinaia di segnalazioni effettuate, rende noto e denuncia pubblicamente che la situazione idrica per mancanza d’acqua ormai è fuori controllo.

La situazione è drammatica, la gente disperata non dorme, i cittadini non vivono perchè sottoposti quotidianamente a forte stress, e ansia, dovuta alla mancanza dell’approvvigionamento idrico. Ha spiegato il segretario.

Il monitoraggio, e tenere le autoclavi accese non serve perché l’acqua nelle condotte principali non arriva, non c’è pressione e dilaga la desolazione, l’esasperazione, lo sconforto, la sfiducia verso le istituzioni assenti.

Il partito politico Conservatori e Riformisti “diffida il Comune di Gela azionista, e Caltaqua ad erogare nella nuova condotta e in quella vecchia l’acqua con una pressione adeguata per servire tutti i piani, compresi quelli più alti.” Un appello viene rivolto anche alla magistratura.

“In caso che l’ultima diffida resti inascoltata provvederemo ad effettuare ai sensi della legge una denuncia alla Procura di Catania, e subito dopo ad occupare gli uffici di Caltaqua.” Ha detto Agati.

Articoli correlati