Gela: volevano sottrarre materiale edile al gruppo Missuto. Scattano 4 arresti

I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Gela hanno arrestato in flagranza di reato 4 soggetti gelesi per tentata rapina impropria aggravata e lesioni personali. In particolare 

In Contrada Sambuci di Gela, nella cava del gruppo Missuto s.r.l. alle ore 11: 30 i titolari della cava si sono accorti che due malfattori si erano introdotti all’interno dello stabilimento produttivo al fine di sottrarre vario materiale edile e dei fili di rame dall’impianto di produzione del calcestruzzo, così hanno avvisato immediatamente i Carabinieri. Il titolare insieme ai propri fratelli momentaneamente era riuscito a bloccare i malviventi. I militari dell’Arma sono intervenuti con tre pattuglie e sono riusciti a bloccare la fuga dei malfattori che inizialmente si erano posti a bordo di una vettura già in corsa a folle velocità su una strada di campagna, ma che poi é stata bloccata dagli agenti . I soggetti, giá noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati per tentata rapina impropria poiché hanno usato la violenza per assicurarsi la fuga e l’impunitá.  Si tratta di  Gaetano Davide Alfieri, 39 anni, pregiudicato, libero vigilato;Alessandro Frasca 31 anni, pregiudicato; Roberto, Alfieri 30 anni, pregiudicato e Giuseppe Claudio Alfieri, 35 anni, pregiudicato.L’intervento dei titolari però ha scatenato una cruenta lite  con i due malfattori che hanno provocato una grave contusione alla spalla ed al ginocchio ad uno dei titolari, e all’altro titolare una frattura alla mano destra con prognosi di 30 giorni.

– 

Gli Alfieri sono tutti e tre fratelli storicamente legati alla consorteria criminale facente capo a Peppe inteso “ O Ierro”.

Al termine delle formalità di rito, Alfieri Gaetano Davide è stato associato alla casa circondariale di Balate, e gli altri tre presso i rispettivi domicili a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Articoli correlati