Gelensis Populus incontra i candidati per la vicenda “Liberi Consorzi”

Il Comitato “Gelensis Populus” inizierà un giro di consultazione fra i candidati a ricoprire il ruolo di Primo Cittadino nelle prossime elezioni amministrative per valutare le intenzioni e conoscere l’opinione di ciascuno di loro riguardo alla vicenda dei Liberi Consorzi. “È doveroso per noi tenere caldo questo argomento – si legge in una nota a firma del Comitato – che ha portato ventiquattromila gelesi lo scorso 13 luglio al voto referendario. Le prossime settimane saranno decisive, perché il Governo Regionale tornerà a trattare la questione dopo l’approvazione della finanziaria e in un clima segnato dalla recente bocciatura dell’articolo primo della legge presentata dalla Commissione affari istituzionali, presieduta dall’Onorevole Antonello Cracolici. La nuova Amministrazione dovrà probabilmente esprimersi definitivamente sul destino territoriale al quale la città dovrà legarsi, che di certo non potrà più essere orientato verso la vecchia provincia di Caltanissetta. Il nuovo Sindaco dovrà farsi promotore di tutta una serie di iniziative volte a riaggregare i Comuni del sud catanese e di Niscemi e Piazza Armerina per ribadire con forza alla Regione che il Libero Consorzio di Gela deve esistere. Sarà necessario, inoltre, riaprire il dialogo con le vicine Mazzarino e Butera rimaste fuori dal Consorzio dei Comuni di Catania. Quella dei Liberi Consorzi sarà una questione cruciale per il futuro della nostra città – conclude il comunicato – sia in termini di nuovi posti di lavoro che potranno venirsi a creare, sia in termini di servizi in ambito territoriale che potremo direttamente gestire. Le decisioni che ci riguardano saranno prese insieme ai Comuni della nostra naturale area geografica coi quali potremo tracciare la strada per programmare un futuro di rinascita omogenea per l’intera area centro meridionale della Sicilia”.

Articoli correlati