Gelensis Populus “malati” per protesta: che fine ha fatto il Pronto soccorso e i nuovi reparti? Intanto continuano i disservizi al Vittorio Emanuele

Scendono in campo i componenti del comitato  Gelensisi populus, per far sentire la propria voce sulla  lunga attesa del nuovo Pronto soccorso. Vestiti da ammalati in attesa di prestazione, davanti la struttura che dovrebbe contenere il nuovo reparto, hanno cercato di sottolineare come ancora adesso tutti i buoni propositi da parte del direttore sanitario della Asp Cl2  Carmelo Iacono,  per migliorare la struttura ospedaliera del Vittorio Emanuele, non siano ancora stati realizzati, come l’inaugurazione della Breast Unit o della Utin, o del nuovo Pronto soccorso, che doveva realizzarsi entro gennaio. Il comitato aveva già inviato il 12 gennaio scorso al direttore sanitario  una richiesta di informazione sullo stato dei lavori, ma finora nessuna risposta è arrivata. “Ci piacerebbe che alle parole seguissero i fatti”, hannno detto. Sì quei fatti che daranno i servizi ai cittadini. Nel mese di dicembre scorso, durante una riunione con il manager sono stati elencati una serie di spostamenti di reparti, di inuaugurazione di nuovi e di una futura “cittadella della salute”, ma finora tutto questo è rimasto sulla carta. Intanto fino a oggi si registrano disservizi presso il Vittorio Emanuele, dove proprio al quarto piano, quello dell’ortopedia che dovrebbe essere spostato, i pazienti lamentano da un pò di tempo una serranda rotta nella stanza n.5 che impedisce ai ricoverati di vedere la luce del sole.