Il gelese Orazio Cirignotta responsabile del Movimento Animalista Gela e Agrigento

Il gelese Orazio Cirgnotta, già presidente di Balzoo Gela, é stato scelto scelto come responsabile del movimento Animalista del provincia di Agrigento e della nostra città. Si tratta di una forza politica indipendente da qualsiasi altro partito, che pone la tutela degli animali e dei loro diritti come prima alle sue priorità.

Presidente della nuova organizzazione è Michela Vittoria Brambilla, numero uno della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, al suo fianco Edgar Meyer, che guida Gaia Animali Ambiente, e un gran numero di responsabili provinciali e regionali provenienti delle principali associazioni animaliste Italiane, con storie politiche e personali diversissime (dai verdi al centrodestra).

Cirignotta é anche amministratore delegato Italia-Austria dell’organizzazzione animalista Onlus “La Strada-hilfe fűr .
Balzoo e Movimento animalista hanno  partecipato alla manifestazione per Nerina, cagnolina brutalmente seviziata e uccisa a Vittoria. Nerina era un cane randagio, che é stato seviziato con un paletto di ferro ripetutamente nell’ano. Il cagnolino é morto per le infinite lesioni interne.

“Questa persona sarebbe stata stata identificata, ma nonostante fosse un irregolare e nonostante abbia commesso un reato a danno di un animale, è tranquillamente in giro.” Ha sottolineato Cirignotta.

“Non permetteremo che uccida altri animali chiediamo giustizia immediata per Nerina e dei tanti esseri indifesi che giornalmente vengono uccisi o avvelenati come il caso sconcertante di Gela del cucciolo ucciso a sassate e degli innumerevoli casi di avvelenamento.” Ha detto Cirignotta.

Il Movimento animalista si batterà dunque contro ogni forma di violenza e di sfruttamento degli animali, per aumentarne la protezione.
“Faremo il possibile per contrastare il fenomeno randagismo di Gela e di tutta la provincia di Agrigento dove solo nel comune di Licata il randagismo ha superato una soglia altissima.( dopo la chiusura del canile comunale).
Ci batteremo affinché i comuni adottino tutte le normi e leggi, ma sopratutto si attrezzino con chi di dovere ad effettuare le sterelizzazzioni dei cani vaganti sul territorio e della microcippatura.
Inoltre chiederò spiegazioni al comune Licatese riguardante la chiusura del canile ” ha concluso Cirignotta.