Giacomo Giurato incontra Patch Adams e commuove il pubblico: “Donarsi agli altri ci arricchisce”

Una serata dalle mille emozioni quella che ieri, al teatro Pirandello di Agrigento, ha vissuto il gelese Giacomo Giurato, componente attivo della sezione locale dell’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) e da sempre in prima linea per donare un sorriso e una speranza ai malati.

Organizzato dalla University corporate di Banca Mediolanum, il seminario dal titolo “Centodieci è Ispirazione” ha visto la presenza di Patch Adams. Medico, attivista e scrittore, famoso in tutto il mondo per praticare e sostenere la Clownterapia, Hunter Doherty Adams, detto “Patch” (cerotto in inglese), è da sempre fortemente convinto che gioia e creatività siano parte integrante del processo di cura, specie dei bambini.

Da quarant’anni lotta insieme ai suoi colleghi contro il dolore e la malattia indossando un naso rosso da clown, diventato elemento distintivo di un nuovo modo di esercitare la professione medica. Adams ha dedicato la sua vita allo studio dell’essere umano sotto ogni aspetto e alla creazione di un sistema sanitario alla portata di tutti.

La sua filosofia di guarigione parte dalla mente, dall’azione che stimola nei pazienti la costruzione di un pensiero positivo che può rendere migliore la nostra vita. Emulandolo, anche Giacomo Giurato ha deciso di dedicare la sua vita agli altri senza pretendere nulla in cambio.

“La ricompensa – ha detto – è vedere la gioia di colui che riceve in dono i suoi sorrisi, i suoi abbracci”. Invitato a salire sul palco insieme a Patch Adams, Giurato ha così proseguito: “Ognuno di noi ha in mano il destino di altre persone, facciamo in modo che la nostra vita sia vissuta volgendo lo sguardo al fratello meno fortunato di noi. C’è più felicità nel dare che nel ricevere. È un gesto che non ti impoverisce”.

Giacomo ha raccontato della sua personale battaglia contro la malattia e questo ha indotto il medico Adams a sperimentare su di lui un rito sciamano che consiste nel trasferire tutta l’energia delle persone presenti alla persona interessata. Una serata all’insegna dell’emozione e della commozione, che ha visto tutto il pubblico in piedi alla fine dell’evento, stretto in un grande abbraccio nei confronti del nostro amico gelese.

A fare da cornice a tutto i clown di VIP Caltanissetta e VIP Enna, ma soprattutto il suo gancio, Gabriele Cantone, che ha reso possibile la partecipazione alla serata.

“In questo mondo nel quale siamo fortunati di vivere – ha aggiunto Giurato descrivendo la serata – qualsiasi persona incontriamo o con la quale creiamo un rapporto ha uno scopo ben preciso. Niente accade per caso! A volte entrano a far parte della nostra vita persone che non sono destinate a farne parte per sempre. A volte servono solo a farci imparare qualcosa. Dovremmo perciò essere aperti a imparare dalla vita e anche dalle situazioni più dolorose.

Alcuni percorsi che dobbiamo attraversare durante questa vita saranno estremamente duri da superare, ma va bene anche questo. Tutto ciò che affrontiamo è fondamentale per il nostro percorso su questa terra. La vita è veramente un magico mistero per tutti noi e se siamo fortunati l’Universo ci aiuterà da dietro le quinte. Ieri sera a teatro è successo tutto questo”.

Un’esperienza forte e indimenticabile che Giacomo Giurato porterà dietro con sé per sempre.