Gianfranco Fidone è il nuovo amministratore delegato della Ghelas: “Sono un uomo molto cauto, so che bisogna stringere i denti”

Si chiama Gianfranco Fidone, all’anagrafe Giovanni Francesco, il nuovo amministratore delegato della Ghelas, presentato oggi pomeriggio alla stampa dal commissario straordinario Rosario Arena.

Trentasei anni e residente ad Acate, Fidone non è stato un predestinato, ma un prescelto, come ha subito affermato Arena, che in lui ha riposto la massima fiducia e stima. Avvocato, iscritto all’albo di Ragusa, vanta dal 2006 ad oggi attività di consulenza e assistenza legale presso privati e pubbliche amministrazioni ed esperienza anche presso le società partecipate, fra queste una con sede a Catania ancora all’attivo.

“Sono un uomo molto cauto – ha affermato Fidone – e sono abituato a stare con i piedi per terra. Ci sarà tanto da lavorare sin da subito. Purtroppo, tutte le società partecipate e gli enti pubblici stanno attraversando un forte periodo di crisi. Conosco in linea di massima le criticità, ciò che farò sarà quello di individuare subito le priorità per garantire lunga vita alla Ghelas. Bisogna stringere i denti”.

Un uomo senza colore politico, scelto e cercato volutamente fuori dal territorio gelese per essere privo di condizionamenti di qualsiasi genere. Fidone sarà operativo già da lunedì. Tra le urgenze quella di rivedere la convenzione e lo statuto.