Gianluca una vita breve ma ricca di amore. In tantissimi per l’ultimo saluto

Lunedì scorso si è fatto buio nellla vita di Simona, di quella della loro figlioletta, di quella della sua famiglia, perchè è venuto a mancare questo sole. Queste le parole di padre Michele nell’omelia  dei funerali di Gianluca Caterini che si stanno celebrando stamani nella chiesa di Sant’Antonio.

Una chiesa e una piazzetta gremita di gente, di amici, parenti, conoscenti. Tantissima gente ha voluto dare l’ultimo saluto a Gianluca, che a soli 27 anni ha perso la vita mentre era a lavoro in un cantiere in provincia di Ascoli Piceno.

“Gianluca era cordiale con tutti, amava la vita, amava la sua famiglia. Ha interpretato la vita come gioia che si offre. Papà affettuosissimo. Ha saputo prendersi gli impegni nei confronti della giovane moglie e della figlia, ringraziando più volte per quel lavoro che aveva trovato. ” Ha detto Padre Michele.

“Gianluca era espressione di una vita buona che ha saputo manifestare fuori dalla sua vita familiare. Portava i tratti di ragazzo serio e affettuoso. Gianlcua non ha ricusato le responsabilità anzi le ha cercato. Ha dispensato la voglia di vivere e affetto. Gioia che era la sua vita e la figlioletta. ” Ha aggiunto padre Michele.

“Tanto dispiacere e tanto dolore proviamo in questo momento, ma Gianluca vive nel Signore, nella vita della famiglia, in quella dei suoi amici. Una breve ma ricca di vero amore. ” Ha detto padre Michele nella sua lunga omelia.
Sulla bara di Gianluca una corona di rose rosse e la maglietta dell’Inter con il suo nome.