“Gioia nel dare”: ci occupiamo di 90 famiglie povere. Sempre più gelesi in difficoltà

Continuano le raccolte alimentari nei supermercati della città da parte della associazione gelese “Gioia nel dare”.

Ieri abbiamo incontrato i volontari a Caposoprano, ma altri erano sparsi in altri quartieri davanti agli alimentari.

“Continuano a essere generosi i gelesi nonostante la crisi, in tanti uscendo dai supermercati ci hanno lasciato degli alimenti da destinare a chi ha bisogno”.

E sono sempre di più i poveri in città, da quando la Raffineria ha chiuso vi è stato un aumento esponenziali di famiglie ex monoreddito che non hanno ora nemmeno uno stipendio.

L’associazione si occupa attualmente di 90 famiglie.

“In tanti si presentano anche in occasione delle raccolte alimentari, ci raccontanto che non hanno più i soldi per fare la spesa, e questi si aggiungono a quelli di cui ci occupiamo”.

Al supermercato di Caposoprano abbiamo incontrato Ivana, Rossella, Fabio e Nuccio. Ma sono tantissimi i volontari che fanno parte di “Gioia nel Dare”,  associazione nata nel 2015, che fa parte del Banco alimentare di Catania.

Articoli correlati

Tagged with: