“Giornata internazionale delle persone con disabilità”: la nostra società è a misura di disabile?

Oggi, 3 dicembre, è la “Giornata internazionale delle persone con disabilità”.

Un’occasione che dovrebbe far riflettere tutti su una parità di diritti e di possibilità ancora oggi, purtroppo, negata. La nostra città è a misura di disabile? La società garantisce pari diritti a coloro che presentano una qualsiasi disabilità?

Di certo, il tema adesso è divenuto sempre più costante nell’impegno civile e politico, ma c’è ancora molto da fare, partendo per esempio dal rispetto di ciascuno di noi nei confronti dell’altro, normodotato o meno.

Iniziamo evitando di occupare impropriamente i posti-auto riservati ai disabili o parcheggiando proprio in prossimità degli scivoli per chi sta in carrozzina. Chi amministra si impegni a tracciare una mappa dei luoghi pubblici che, ancora oggi, non sono fruibili o facilmente raggiungibili dai disabili.

Essere tutti soggetti liberi significa poter essere diversi senza sentirsi tali, senza che la società lo ricordi tutte le volte, senza essere discriminati nelle scelte e nelle possibilità.