Giovane ritrovato morto sulla Gela-Caltagirone: disposta l’autopsia

L’autopsia sulla salma del giovane gelese ritrovato cadavere domenica scorsa nell’abitacolo dell’abitacolo di una Fiat grande Punto, servirà a chiarire se si sia trattato di un suicidio.

Il ritrovamento è avvenuto nel parcheggio d’interscambio della Ss 417, Catania-Gela, in corrispondenza del viadotto d’innesto con bivio Molona e lo svincolo della Ss 683, Licodia Eubea-bivio Gigliotto.

Il giovane 48enn da circa due giorni non aveva fatto più avere notizie di sè ai suoi familiari.

Gli investigatori e il medico legale nel corso dell’ispezione del corpo hanno trovato un taglio profondo alla gola.

Nessuna ipotesi viene scartata. Al momento del ritrovamento l’uomo aveva in mano un coltello.

Le indagini sono eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Caltagirone, con la Magistratura, Insolita la modalità con cui il 48enne si è, o si sarebbe tolto la vita. È stata la Magistratura a disporre l’autopsia.
Fonte e foto da BlogSicilia.