Giovani ripuliscono il lungomare: “Un esempio per i più piccoli”

Quello che non fanno le istituzioni lo fanno i giovani della nostra città.

È questo l’esempio che è arrivato stamattina da un gruppo di ragazzi che, muniti di scope e secchi, hanno ripulito il lungomare dalla sabbia depositata dal vento. Un disagio che quasi giornalmente lamentano i residenti della zona e i cittadini. “Ci volevano i giovani!”, sarebbe proprio il caso di esclamarlo.

Un gesto che, più che una provocazione nei confronti di chi dovrebbe fare e non fa, suona come un invito a fare lo stesso rivolto ai più piccoli.

“Lo scopo è proprio quello di dare un segno – ha commentato uno dei ragazzi coinvolti nella pulizia – e scuotere i più piccoli, poiché dei grandi non c’è più nulla da fare”. Parole forti, frutto di un malcontento diffuso e di un senso di sfiducia nei confronti di una società che, sempre più spesso, dà l’impressione di dimenticare i piccoli gesti.

Noi ci auguriamo che anche dai grandi si possa ancora prendere qualcosa e, perché no, che seguano pure loro l’esempio. In fondo, non si smette mai di imparare!

Bravi, ragazzi!