Giustizia trionfa: l’Asp è tenuta a pagare le prestazioni fornite dalla Rsa Caposoprano

La dott.ssa Ciancio ha dato Immediata esecutività al primo decreto ingiuntivo presentato dalla Rsa Caposoprano nei confronti della Asp nissena. L’azienda sanitaria dovrà pagare in tal modo le prestazione effettuate in questo lungo arco di tempo, cioè da quando la struttura sanitaria ha aperto i battenti nel maggio del 2014. Prestazioni erogate da parte dei quaranta dipendenti, tra infermieri, Osa, fisioterapisti e personale medico, nei confronti di pazienti che necessitano di riabilitazione fisica e psichica, ricoverati dietro autorizzazione della stessa Asp. Grande soddisfazione è stata espressa sia dai dipendenti che hanno continuato a lavorare, con amore e dedizione, senza percepire lo stipendio, che dall’amministrazione della Rsa. Tante le battaglie e le azioni legali che sono state portate avanti contro l’Asp Cl2, e finalmente “è  arrivata giustizia, che trionfa sempre”, grida l’amministrazione. Il provvedimento consentirà alla società di continuare a fornire il servizio al territorio pagando dipendenti e fornitori.

Articoli correlati