Gli alleati del benessere: il limone, frutto d’oro

Lo sapevate che un bicchiere al giorno di acqua tiepida e succo di limone è la scelta ideale per dare sprint all’organismo? E che l’ideale è consumarlo crudo perché la cottura danneggia alcuni dei suoi componenti, in particolare la vitamina C? Oggi Accento+ vi farà scoprire le proprietà e i benefici di uno degli agrumi più usati in cucina.

Immancabile in ogni casa, è molto usato in cucina per condire e insaporire i cibi, per evitare che anneriscano e per eliminare i cattivi odori. Il limone ha anche mille virtù salutari. Un toccasana per digestione, raffreddore bellezza e tanto altro. La cura dell’acqua e limone è ormai nota, e a buon diritto: bere un bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone al mattino, a digiuno (per 20 giorni, poi sospendete una settimana e ricominciate) ha molti effetti benefici. Una sua proprietà sorprendente? Contrasta l’acidità, che in eccesso può contribuire a causare o aggravare diversi disturbi, tra cui problemi articolari e calcolosi renali. Il limone ha un gusto aspro, ma contiene sostanze che nel corpo producono un effetto opposto, cioè alcalinizzante.

I BENEFICI CONTINUANO…

Il limone contiene inoltre nutrienti preziosi, come vitamina C (50 mg in 100 grammi), sali minerali come calcio e potassio, oli essenziali, flavonoidi e acidi organici, non solo nel succo ma in ogni sua parte. Nello specifico, la buccia è la parte più ricca di oli essenziali, ma va consumata solo se non trattata (da coltivazione biologica) e l’albedo (la parte bianca della scorza) contiene fibre benefiche.

USIAMOLO COSI’:

DIFENDERE L’ORGANISMO: Tè verde e succo di limone, una miniera di antiossidanti dalla funzione protettiva! Entrambi sono ricchi in particolare di vitamina C e flavonoidi, sostanze che combattono i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare, causa tra l’altro di molte malattie degenerative.

ASSORBIRE IL FERRO: Condite le verdure a foglia verde con succo di limone a crudo: la vitamina C, che questo frutto contiene in grande quantità, ha un ruolo nell’assorbimento del ferro presente nei cibi. Un giusto apporto di questo minerale scongiura la stanchezza e favorisce l’ossigenazione delle cellule.

DEPURARE IL CORPO: Aggiungete al succo di limone un cucchiaino di olio di oliva per stimolare le funzioni intestinali oppure unite il succo di un limone a una mela grattugiata o a fettine, per aiutare l’organismo a liberarsi dei liquidi in eccesso.

COMBATTERE LE INFEZIONI: Vitamina C, olio essenziale e flavonoidi sono le sostanze contenute nel limone capaci di potenziare il sistema immunitario, prevenire e combattere le infezioni come influenza, raffreddore e mal di gola. Preparate uno sciroppo mescolando un cucchiaio di miele con il succo di un limone e una fettina di zenzero fresco grattugiato, da prendere a cucchiaini, durante la giornata. Per il mal di gola, fate anche dei gargarismi con il succo di mezzo limone diluito in mezzo bicchiere d’acqua.

FAVORIRE LA DIGESTIONE: Chi non conosce l’effetto digestivo della limonata, preparata con il succo di un limone unito a una tazza di acqua bollente? Per migliorare la digestione e attenuare la nausea fa bene anche l’olio essenziale della scorza: mettete la buccia di un limone (biologica e senza albedo) in acqua bollente per prepararte il “canarino”. Entrambe le bevande agiscono sui succhi gastrici e riducono l’acidità, e sono ideali da bere a fine pasto. Se soffrite anche di gas addominali, aggiungete al canarino o alla limonata un cucchiaino di semi di finocchio.

PREVENIRE LE EMORRAGIE: Consumare con regolarità limone aiuta a rinforzare le pareti dei capillari, dei vasi sanguigni e aumenta la capacità di coagulazione del sangue. Infatti contiene flavonoidi, in particolare rutina, che insieme alla vitamina C ha effetti benefici per chi soffre di varici, epistassi (sangue dal naso) e capillari fragili. Per potenziare l’effetto condite una tazza di mirtilli, dalle stesse proprietà, con il succo di un limone.

AVVERTENZE: E’ vero che il limone ha un effetto alcalinizzante, ma può accadere che chi soffre di acidità di stomaco o di reflusso gastroesofageo avverta un peggioramento dei sintomi. In questo caso, naturalmente, bisogna smettere di assumere limone, in particolare a stomaco vuoto. Visti i numerosi benefici del limone, prima di eliminarlo del tutto, vale però la pena di provare ad aggiungere il succo ai cibi per vedere se così i disturbi non si presentano.

USI ESTERNI – SCHIARIRE E RIEQUILIBRARE LA PELLE: Ci sono anche due usi esterni del succo di limone. Per schiarire le macchie cutanee, in particolare delle mani, passate del succo di limone sulla zona interessata, una volta al giorno. Per disinfettare e riequilibrare la pelle grassa e impura, preparate una maschera mescolando il succo di limone con due cucchiai di argilla verde e acqua fino a ottenere una pastella, applicatela evitando il contorno occhi. Si lascia agire per 10 minuti e si sciacqua. Da usare ogni 2 settimane.

CONSIGLI: Se in molte ricette vi dà fastidio il sapore troppo acre del limone, usate il LIME in sostituzione. E’ un agrume dal sapore più delicato, anche perché è un incrocio fra il limone e il cedro, da cui ha ereditato profumo e minor asprezza. Se usate la scorza grattugiata, comprate lime bio, con la buccia non trattata con pesticidi.

Articoli correlati