Gli alunni dell’Albani Roccella, adottano gli spazi verdi della scuola

Giornata dedicata alla pulizia della scuola e alla piantumazione di piante all’istituto Albani Roccella. La scuola, facente parte del Primo istituto comprensivo, diretto da Rosalba Marchisciana ha aderito alla Giornata nazionale Nontiscordardimè di Legambiente. Una mobilitazione collettiva per rendere più belle ed accoglienti le scuole, che ha coinvolto genitori e alunni, in operazioni di ripristino di aiuole e orti. “Una bella attività all’insegna dello stare insieme per il bene comune, e per rendere viva la nostra cittadella educativa”, ha detto il dirigente scolastico Rosalba Marchisciana. Il progetto ha coinvolto gli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, che hanno portato delle piantine che hanno studiato e approfondito in classe con i docenti, in maniera scientifica, soffermandosi su quelle con significato letterario, come la ginestra, e le hanno piantumato. “Il progetto -ha sottolineato il dirigente – si integra perfettamente con l’idea di scuola aperta che portiamo avanti. Gli alunni, con tale iniziativa, si sono appropriati del giardino della scuola, con la consapevolezza che ognuno di loro possa rendere più bello il luogo in cui vivono”. Gli alunni hanno ripulito gli spazi esterni e interni dell’edificio, un modo per dare il benvenuto alla primavera e migliorare la qualità e vivibilità dell’ edificio scolastico. “Gli alunni – ha riferito il dirigente – si sono impegnati a prendersi cura degli spazi verdi che hanno creato oggi”. Grande entusiasmo è stato mostrato anche dai genitori che hanno partecipato in maniera attiva alla giornata di oggi. Intanto, oltre i vari laboratori attivi, da lunedì prossimo la scuola Albani Roccella, inaugurerà il secondo anno della Sezione Primavera, che si occuperà di attività didattiche e ricreative rivolte a bambini da 0 ai 3 anni. Un’iniziativa che già l’anno scorso ha riscosso notevole successo, infatti sono state oltre 75 le richieste di ammissione , ma la scuola ha potuto accogliere 30 bambini.