“Gli atti del Sindaco sono tutti nulli”. Prima seduta del Consiglio fra le polemiche

Prima seduta del Consiglio comunale all’insegna delle contestazioni e delle polemiche.

Stamattina, infatti, in occasione del giuramento dei consiglieri, non sono mancati gli argomenti per accendere un po’ i toni, a partire dall’elezione di Alessandra Ascia come Presidente per continuare con la questione spinosa sollevata dall’ex assessore ai lavori pubblici e attuale consigliere comunale Carmelo Casano. “Gli atti del Sindaco sono nulli”, ha tuonato. Alla base di quanto affermato il fatto che il Primo cittadino non abbia giurato entro i dieci giorni previsti dall’insediamento davanti al Segretario generale. “È una situazione da Striscia la notizia – ha affermato Casano – è inammissibile che un Sindaco giuri dopo il giuramento della Giunta comunale”. In tal caso, gli unici obblighi di Messinese sarebbero stati gli atti urgenti per amministrare la città, una volta decaduto il vecchio Sindaco. Pertanto sono nulli tutti gli atti, anche la nomina di segretaria di Rita Scicolone. “Non è una polemica né a Messinese né agli assessori – ha continuato Casano – ma ai dirigenti comunali e ai segretari generali che hanno consigliato male il sindaco. Ci voleva più prudenza”. Casano ha chiesto che tutti gli atti vengano inviati alla Prefettura, convinto che questi verranno immediatamente annullati.