Grazie a “Garanzia Giovani” quindici ragazzi lavoreranno all’AIAS

Assunti quindici ragazzi all’AIAS di Borgo Manfria, diretta da Anna Maria Longo, grazie al progetto “Garanzia Giovani”.

Una buona opportunità per una fetta di giovani inoccupati e disoccupati che lavoreranno per i prossimi sei mesi nella struttura sanitaria e che saranno impiegati in diverse mansioni. Al centro per l’impiego le stime del progetto finanziato dall’Unione europea e destinato a incentivare l’occupazione giovanile in Sicilia parlano di seicento iscritti tra i Comuni di Niscemi, Riesi, Butera e Gela. “Abbiamo attivato questi tirocini – ha affermato la Longo – per sbloccare l’empasse lavorativa del nostro territorio e garantire per almeno sei mesi un’opportunità valida che inserisca i ragazzi nella nostra struttura, un ambiente di lavoro sano dove poter accrescere il proprio bagaglio umano e culturale”. Una nuova avventura, dunque, per questi quindici ragazzi che lavoreranno dalla mattina al pomeriggio secondo una turnazione interna stabilita dal direttivo. I requisiti per partecipare alla selezione prevedevano che i giovani avessero meno di trent’anni, non fossero iscritti all’università e risultassero disoccupati all’ufficio collocamento.

Articoli correlati