Guardia di Finanza sequestra 1000 oggetti non in norma, e 100 capi d’abbigliamento

Sequestrati 1000 articoli non in norma e irregolarmente commercializzati. Il sequestro é avvenuto da parte della Guardia di Finanza nissena, in adesione alle indicazioni dettate dal Prefetto di Caltanissetta, a tutela dei consumatori e del  Made in Italy, e per contrastare la commercializzazione di prodotti pericolosi per la salute e non conformi agli standard di sicurezza nazionali ed europei

Nel particolare sono stati sequestrati giocattoli, articoli di bigiotteria e materiale elettrico (asciugacapelli, piastre per capelli etc) immessi sul mercato privi dei prescritti certificati di conformità e sicurezza previsti dalla legge e sprovvisti di informazioni utili per risalire alla provenienza degli stessi e ai materiali utilizzati per la loro fabbricazione.

Le attività commerciali controllate sono state selezionate a seguito di un’efficace analisi di rischio basata sull’incrocio delle informazioni contenute nelle banche dati a disposizione del Corpo, sulle risultanze dell’attività di intelligence e del controllo economico del territorio, nonché sulle pregresse esperienze operative.

L’ attività espletata a tutela del “Made in Italy” ha portato invece al sequestro di oltre 100 capi di abbigliamento di buona fattura, sui quali era stata sostituita l’etichetta “Made in China” facendo falsamente risultare la provenienza italiana.