Guinness world record a Palermo, ecco perché…

Guinnes World Record a Palermo, dove l’artista siciliano Pietro D’Angelo ha realizzato la più alta scultura di…graffette. Avete letto bene: “graffette”, quelle che noi comuni mortali utilizziamo per tenere insieme i fogli. Da tempo, D’Angelo realizza vere e proprie opere d’arte con graffette, viti e puntine da disegno, una passione che gli ha permesso di conquistare le pagine del libro dei record mondiali del 2015. Alta due metri e ventotto centimetri la scultura, intitolata “Pole Dance”, raffigura una ballerina elegante e sinuosa. La missione di Pietro è quella di decontestualizzare dal loro comune contesto d’uso “i ferri del mestiere” mantenendo comunque la loro funzione: le viti infatti vengono avvitate, le puntine attaccate e le graffette agganciate. Per realizzare una scultura D’Angelo impiega in media dai due ai tre mesi di lavoro e utilizza tra le diecimila e le dodicimila graffette.