Hanno rubato cavi telefonici di Telecom, arrestati 4 romeni

Si sono resi responsabili di furto di cavi elettrici e telefonici appartenenti a Telecom, arrestati quattro  cittadini di nazionalità romena che devono rispondere del  reato di furto aggravato in concorso.

L’operazione è stata svolto la scorso fine settimana dalla squadra Volanti della Polizia di Caltanissetta. Uno degli arrestati, tutti residenti a Canicattì,  ha violato  anche il divieto di far ritorno nel comune di Caltanissetta e un altro deve rispondere anche di  porto ingiustificato di grimaldelli e arnesi atti allo scasso.

Nei confronti di tre di essi, il Questore ha emesso il foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nel comune di Caltanissetta per tre anni.

L’operazione è stata effettuata in in contrada Pescazzo, dove erano state segnalate due auto sospette. Subito sono intervenute due volanti.

Nella zona nell’ultimo periodo si erano verificati continui furti di cavi della linea elettrica e telefonica, che hanno causato numerosi guasti e interruzioni dei servizi.

Nel corso del pattugliamento, gli agenti hanno raccolto indicazioni da parte di alcuni residenti circa i passaggi dell’auto sospetta, con a bordo quattro persone, costatando l’ammanco di oltre mille e cinquecento metri di linea telefonica. Diramata la nota di ricerca dell’auto, la stessa è stata rintracciata in prossimità dell’ingresso della città.

Identificata una donna 32enne, residente a Caltanissetta e tre uomini: un 20enne, un 28enne e un 30enne, tutti residenti a Canicattì e gravati da pregiudizi di polizia.

Dalla perquisizione eseguita sul mezzo, i poliziotti hanno sequestrato una mazza da baseball, quattro paia di guanti da lavoro, una tronchese, una mazzotta e due torce elettriche, materiale inequivocabilmente utilizzato per tranciare i cavi. Gli agenti all’interno di un capanno in lamiera, ubicato nelle immediate vicinanze del luogo del furto, hanno trovato 500 metri di cavi di rame di proprietà della Telecom, riconsegnati all’azienda.