Hanno violato l’obbligo di sorveglianza speciale, arrestati. Catania, quello di dimora

Erano a chiacchierare in una via pubblica, violando gli obblighi di sorveglianza speciale. E così gli agenti della stazione dei Carabinieri di Gela, ieri hanno arrestato in flagranza di reato Crocifisso Di Gennaro, gelese, 34 anni, pluripregiudicato e Rosario Marchese, 29 anni, gelese, anch’egli pregiudicato. I due sorvegliati speciali sono stati colti per l’ennesima volta in poche settimane ad intrattenersi a parlare sulla pubblica via, infatti, i militari hanno posto l’attenzione sui due, dopo che pochi giorni fa Di Gennaro era stato sorpreso alla guida di un veicolo senza patente ed era stato deferito in stato di libertà. I due arrestati sono stati collocati agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

I Carabinieri hanno condotto presso la Casa Circondariale di Gela anche Giovanni Catania, 63 anni, gelese, per molteplici violazioni alla detenzione domiciliare. Catania era stato arrestato per evasione ben due volte nell’arco di tre mesi, sempre dai Carabinieri di Gela.

Articoli correlati