Hoefer racconta Camilleri. Gli anni a Porto Empedocle.

Si è svolta ieri sera all’Eschilo lab, di Gela, la presentazione del libro Hoefer racconta Camilleri. Siciliana è la storia e siciliani sono gli autori di questo romanzo.

Andrea Cassisi e Lorena Scimè sono ambedue noti giornalisti gelesi, entrambi coltivano da anni la passione per il teatro e gli eventi culturali e da anni li lega anche una profonda amicizia. È proprio di amicizia che il loro romanzo parla, quella tra Federico Hoefer ed Andrea Camilleri, un amicizia nata a Porto Empedocle, loro culla natia, un amicizia che va avanti da oltre cinquant’anni e che si nutre del quotidiano. Hoefer e Camilleri non si vedono da lungo tempo ma continuano a sentirsi settimanalmente tramite telefono. In questo libro, Hoefer racconta episodi, ricorrenze di un amicizia che sa di antico ma mai di perduto, un amicizia in grado di commuovere in questo viaggio a ritroso nella memoria e nel tempo. Gli autori ci presentano, attraverso i ricordi sapientemente intrecciati un volto inedito dello scrittore empedoclino, ricordi che solo un fraterno amico può conoscere.

Il libro di Andrea Cassisi e Lorena Scimè è un libro bello e scritto bene, è un libro che risente di quella cultura siciliana e di quegli scrittori, siciliani anch’essi, che della letteratura siciliana si sono fatti interpreti e mediatori.

Il libro è stato accolto dalla platea gelese come una festa e in tanti si sono presentati per mostrare il loro interesse. Lo stesso Camilleri, alla fine della presentazione, è intervenuto attraverso un video messaggio ringraziando gli autori per il “regalo” ricevuto. Insieme ai due autori erano presenti, Sarah Zappulla Muscarà, Rita Salvo, Marco Trainito e Federico Hoefer.