I Falchi d’Italia sfrattati da via Ascoli: la sede ospiterà il centro Alzheimer

L’associazione Falchi D’italia deve lasciare la sede di via Ascoli per dar posto al centro diurno di autismo e di Alzheirmer.

Lo sfratto è arrivato in maniera definitiva stamani, da parte del sindaco. Decisione spinta anche dalla mancata iscrizione dell’associazione nell’albo della Protezione Civile.

Si conclude in questo modo il braccio di ferro tra l’associazione di volontariato e il Comune, iniziata il 9 maggio dello  scorso anno, quando il sindaco ha ordinato all’associazione Falchi d’ Italia di abbandonare i locali di via Maurizio Ascoli per fare posto all’Asp 2.

Da lì è seguita l’impugnazione del provvedimento, ritenuta illegittima da parte del presidente Cristian Paradiso. La cancellazione  dall’albo regionale come operatori di Protezione civile era avvenuta  per un cavillo burocratico aveva affermato il presidente.

Stamani nessuno dell’associazione si è presentato. Lunedì il sindaco Messinese incontrerà i vertici dell’Asp nissena per stabilire i tempi della costituzione del centro diurno autismo e di Alzheimer.