I pellegrinaggi e le preghiere alla Madonna di Betlemme: volge al termine il mese mariano

Sta per concludersi il mese mariano che nella città di Gela è molto sentito. Migliaia di cittadini hanno partecipato ai pellegrinaggi per far visita alla Madonna di Betlemme,  nella chiesetta sita nella omonima contrada di Bitleme.

Per tutto il mese non sono cessate le preghiere e le suppliche alla Madonna, come non sono cessati i problemi quotidiani della vita dei gelesi e della città.

Non sono mancati in questo mese i riferimenti da parte dei preti delle diverse parrocchie, che hanno organizzato i pellegrinaggi con i fedeli, alla mancanza di lavoro che la città sta patendo, e che la sta portando a svuotarsi pian piano.

Nelle prediche e nelle preghiere alla Madonna il lavoro e la salute sono stati al primo posto.

I preti hanno anche cercato di sensibilizzare i cittadini presenti al rispetto del calendario della raccolta differenziata, visto che i rifiuti non hanno risparmiato nemmeno la zona  in cui sorge la chiesa. L’ area nel passato  era  lambita nelle sue falde occidentali dal fiume Gela, poco prima che questo versasse le sue acque nel vicino mare, oggi anche questa parte di città versa nel degrado.

Si riprende così ogni anno l’antica tradizione, ormai spiritualizzata, elevata ai valori eccelsi del cielo.

Prima era il culto di Demetra, dea della terra  e che dava all’uomo il frutto della terra,  ora è il culto di Maria che dà , al suo seno immacolato, il frutto della Grazia per la salvezza degli uomini.

Tantissimi i fiori portati dai fedeli nella   chiesetta dedicata a Maria.