I preti di Gela, calciatori per solidarietà. In campo anche il Vescovo Gisana

Un singolare triangolare di calcio si è svolto ieri a Gela, presso lo stadio Vincenzo Presti di Gela, dove in campo sono scesi politici, medici e  i preti della città, compreso il Vescovo di Piazza Armerina mons. Rosario Gitana, che ha dato il calcio di inizio. I preti hanno indossato pantaloncini e maglietta rosso fuoco, per raccogliere i beni di prima necessità da destinare ai più poveri. “Ci siamo ritrovati a condividere questa giornata di sport, sia per rilassamento ma, soprattutto per dono reciproco, perchè lo sport, specie il calcio è un esercizio ad aprirsi l’uno all’altro, e condividere strategie di attacco e difesa.Ma principalmente abbiamo voluto mostrare la nostra vicinanza verso i poveri”, ha detto mons. Gisana, che ha indossato la maglia numero 10. Presente anche il neo Vicario Foraneo, padre Michele Mattina. “Abbiamo voluto mettere in risalto – ha detto padre Michele – la solidarietà nei confronti dei più bisognosi a cui siamo sempre particolarmente vicini”. Il triangolare denominato “Festa della solidarietà” è stato organizzato dalla Caritas, con il Comune di Gela. A vincere sono stati i politici, seguiti dai medici, e infine dai preti. Monsignor Gisana ha sbagliato il calcio di rigore contro i medici nella partita di spareggio del secondo posto, ma ha avuto la capacità di portare la squadra in un momentaneo vantaggio di 2 a 1. 

Articoli correlati