I Santo, film made in Gela contro le scelte sbagliate. Tutto il cast stasera all’Hollywood per la prima

Sono arrivati da Palermo, da Agrigento, da Raffadali, da Vittoria, dalla Puglia. Sono tutti gli attori protagonisti del lungometraggio made in Gela I Santo, che questa sera per la prima volta sarà mandato in visione sul grande schermo. Si tratta della prima pellicola importante del regista gelese Rocco Bonelli, che in questo film è anche uno dei protagonisti, interpretando la parte del boss Rocco Santo.

 La prima questa sera al cinema Hollywood di via Generale Cascino, dove rimarrà in programma fino al 28 novembre. Poi si passerà agli altri cinema italiani grazie alla distribuzione della Mister Movie e di Apm manager

Non poteva non scegliere la sua città il regista, che proprio a Gela ha girato molte delle scene: dalla Torre di Manfria , al lungomare, e le strade tipiche.

“Abbiamo girato più dell’80 percento delle scene, nella mia città nativa” ha detto il regista, che stasera è circondato da tutti i suoi attori.

 E tanti gli attori gelesi: da Diego Nastasi, a Luigi Vullo, Salvatore Vella. Un cast di oltre centocinquanta attori, molti esordienti e qualcuno con grande esperienza come Angelo Borer, Vito Oliva, che è stato anche aiuto regista,  Gigi Cacaci. Oltre 150 persone. Due anni di riprese. Per un’ora e 25 di film,  per una pellicola che ha l’obiettivo di sensibilizzare al contrasto della criminalità.

I film, scritto diretto e interpretato dallo stesso Bonelli,  è una storia inventata che affronta tematiche attuali:  mafia, disoccupazione, prostituzione, maltrattamenti sulle donne e tanto altro. Narra dei problemi che colpiscono più i giovane, i ragazzi e delle loro scelte sbagliate. Temi attuali, per un film per lo schermo. Le prime sue due opere sono state solo distribuite in dvd.

Molte le scene girate a Vittoria, presso Villa Davide, dimora dell’800 scelta come casa del boss, e la chiesa di San Giovanni scelta come ufficio della Polizia.

 

“Sono i problemi della vita di tutti i giorni che ci circondano e che  colpiscono di più i giovani, che per colpa della crisi intraprendono delle brutte strade trovandosi all’interno di certi ambienti malavitosi”.

Alcune scene sono state girate a Roma e il film finisce con la partenza del boss per l’America.

“Ci sarà sicuramente un seguito a questa prima pellicola. Da qui la scelta del titolo. I Santo saranno tanti, e sarà una saga” ha detto Bonelli.

I Santo alias “siamo contro la droga”. Tra gli attori anche il tredicenne figlio di Bonelli.

“ Ha dato una grande prova di recitazione”, ha detto il regista.

Tagged with: