I sindacati incontrano Faraone: ritardi nelle autorizzazioni, urgente applicare il protocollo Eni

Si è appena concluso l’incontro in Prefettura tra la Cgil, Cisl e Uil di Caltanissetta e  il Sottosegretario Davide Faraone. L’incontro voluto dal sottosegretario, per il tramite della Prefettura, ha visto anche la partecipazione di Confindustria, Centro Sicicilia e Legacoop. Il sindacato dei lavoratori,  ma anche delle imprese,  ha ribadito l’urgenza di applicare punto per tutto il protocollo siglato al Ministero dello Sviluppo Economico che in modo chiaro determina ruoli e funzioni di ogni firmatario. I tre sindacati  hanno denunciato lo stato di allarme che coinvolge i lavoratori dell’indotto, da anni in cassa integrazione, e del diretto che, come da Protocollo, già centinaia sono stati trasferiti. “L’Eni da mesi ribadisce gli investimenti,  e la politica ritarda negli iter autorizzativi, siamo all’assurdo” hanno asserito i segretari Ignazio Giudice, Salvatore Gallo e Vincenzo Mudaro. Il sottosegretario si è preso l’impegno istituzionale di rappresentare la situazione al Governo Nazionale,  in vista dell’incontro del 29  settmbre al Mise (Ministero dello sviluppo economico). Faraone ha ribadito e sposato il metodo di Cgil, Cisl e Uil, Legacoop e Confindustria di agire in sintonia a beneficio dell’economia della città di Gela in questa delicata fase.  I sindacati hanno anche ottenuto la data di convocazione dell’Eni per rendere fattibile la proposta di utilizzare i lavoratori dell’indotto nei siti della società petrolifera all’estero. L’incontro si terrà giovedi 1 ottobre.

Articoli correlati