Il Capitano Calcagnile lascia Gela: i gelesi straordinari nonostante il contesto criminale

Il Capitano Matteo Calcagnile, dopo aver retto per due anni la Sezione Operativa e per uno il Nucleo Operativo e Radiomobile di Gela, lascia il comando per assumere la direzione della Compagnia Carabinieri di Sapri 

«Sono stati tre anni- ha detto il Capitano-  molto intensi e altamente formativi sia dal punto di vista professionale che umano. A poche settimane dal mio arrivo, verso la fine del 2015, ho avuto il mio “battesimo del fuoco” dovendo affrontare la intricata vicenda legata all’omicidio Sequino. È stato solo il primo dei numerosi eventi e operazioni di polizia giudiziaria che mi sono trovato ad affrontare. »

«Ora – ha continuato- mi aspetterà un comando che mi permetterà di fare altre esperienze e proseguire la mia crescita nell’espletamento del servizio quotidiano che l’Arma fornisce ai cittadini. Il mio ringraziamento va al Comandante Ten. Col. Antonio De Rosa, per tutti i preziosi insegnamenti e consigli che mi ha trasmesso, così come a tutti i miei collaboratori e Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela con i quali ho condiviso momenti indimenticabili e di cui ho in particolare apprezzato la tenacia nei momenti di difficoltà.»

Il Capitano ringrazia i cittadini gelesi

«In  questo periodo ho potuto conoscere e apprezzare persone straordinarie che affrontano la vita quotidiana mantenendo fede alla propria morale ed alla legge nonostante il contesto altamente criminale, motivo che mi fa ben sperare per il futuro della città.»