Il Commissariato di Gela arresta 6 persone

 

Sei arresti. Questo è il risultato dell’azione preventiva-repressiva, messa in atto dal Commissariato di Gela. Si tratta  del gelese Calabrese Emanuele, 45 anni, che deve espiare 6 mesi di reclusione per il reato di Falsità in scrittura privata (fatto commesso in Gela il 22.03.2008); del gelese Giovane Ignazio, 54 anni,  che dovrà espiare mesi 8 di reclusione, poichè resosi responsabile del reato di inquinamento ambientale (fatto commesso in Gela in data 25.09.2008.  Del gelese Cauchi Gaetano di 57 anni, che dovrà espiare mesi 4 di reclusione, poichè resosi responsabile di costruzione abusiva (fatto commesso in Gela il 03.08.2009. Nei confronti del gelese C.P., l’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare con la quale si dispone il divieto di avvicinamento alla persona offesa ai luoghi dalla stessa abitualmente frequentati, quali l’abitazione e il luogo di lavoro, inoltre si prescrive il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo anche telefonico o informatico con la parte offesa. Il gelese Faraci Filippo Salvatore, 38 anni, è stato tratto in arresto poichè dovrà espiare la pena della reclusione in carcere di mesi 2 e giorni 20, per essere stato riconosciuto colpevole dei reati di estorsione e di rapina commessi nel 2004 e 2005. Inoltre il gelese Cavallo Salvatore di 33 anni 1982, deve scontare una pena di due mesi due e venti giorni,  perchè riconosciuto colpevole dei reati di estorsione. Arrestato anche un minorenne per furto aggravato in abitazione.