Il Consiglio vota la sfiducia: Messinese non è più il sindaco di Gela

È passata la mozione di sfiducia, portata in aula stamattina nel corso di un Consiglio comunale straordinario: Domenico Messinese non è più il sindaco di Gela.

Con ventisei voti favorevoli e due astenuti, si è conclusa questa difficile e lunga seduta, caratterizzata da tensione e scontri e dalla sorpresa delle dimissioni del primo cittadino, consegnate tramite PEC.

La notizia, giunta in pieno dibattito, è stata letta all’assise da Alessandra Ascia, presidente del Consiglio comunale. Nel documento Messinese, allontanatosi dall’aula e trasferito in ospedale per un malore, ha comunicato la decisione di dimettersi, ringraziando coloro che lo hanno affiancato in questi tre lunghi anni, vicesindaco e assessori tutti.

Intanto è esplosa la soddisfazione tra i banchi del Consiglio comunale, con Cirignotta e Torrenti che hanno subito indossato una maglietta, festeggiando la liberazione della città.