Il Cosp visita il carcere di Gela: sovraffollamento e carenza di organico negli istituti penitenziari siciliani

Farà tappa anche nel carcere di Gela, oltre che negli altri istituti penitenziari della Sicilia, il tour del leader del sindacato Cosp (coordinamento sindacale penitenziario), Domenico Mastrulli, per costatarne le condizioni non solo dei detenuti, ma soprattutto di di chi vi lavora.  
Il tour partirà mercoledì 13 luglio, per finire domenica 17 luglio. La visita alla casa circondariale di Gela è prevista per il 14 luglio. 
Dal  sovraffollamento detenuti alle scarse disponibilità economiche per missioni, straordinari e ticket pasto della polizia e comparto ministeri. Questi alcuni problemi che accomunano gli istituti penitenziari.
 A ciò si aggiunge la carenza di oltre 300 uomini e donne della Polizia penitenziaria e 200 civili comparti ministeri.
 “In molte sedi degli istituti della pena della Sicilia- afferma il sindacato –  si effettuano turni di servizio di 8 ore, mentre nei nuclei Traduzioni e Scorte, l’orario raggiunge anche le 12 ore continuative e i mezzi risultano obsoleti. Molti di questi circolerebbero senza aria condizionata, gomme lisce, chilometraggio esageratamente sforato dei 200 mila Km, in violazione del codice della strada.”
“Nelle carceri – continua il sindcato – vi è un sovraccarico  dei servizi e delle turnazioni, con mansioni  superiori e  in contrasto con il Regolamento del Corpo DPR  n.82/99 per esonero dai turni notturni ultracinquantenni, affidamento incarico superiore ai Ruoli Base Assistenti Capo e Sovrintendenti,  mancata attuazione  ex art.5 Legge 395/1990 Riforma Corpo Polizia Penitenziaria con utilizzo di personale  nei specifici compiti nei settori delle c.d. mansioni d’ufficio”.
Il tour del sindacato inizierà con la prima tappa che consiste nell’inaugurazione della prima Sede Ufficiale dell’Associazione Cosp pensionati dell’Amministrazione Penitenziaria in Sicilia, per gli  ex Poliziotti,   presso la  Città  di Niscemi .
 Mastrulli lascerà la Sicilia solo  nella giornata di domenica 17 luglio prossimo  ma, assicura che    tutte  le osservazioni raccolte nel corso delle visite e incontri con Autorità Penitenziari,Funzionari e Poliziotti saranno oggetto d’interventi.