Il m° Ragona, nuovo presidente dell’associazione musicale “Giuseppe Navarra”

È il m° Crocifisso Ragona il nuovo presidente dell’associazione Amici della Musica “Giuseppe Navarra” di Gela. La sua elezione è avvenuta domenica 11 gennaio presso il Palazzo Pignatelli.  Il neo presidente ha dichiarato di essere onorato di rivestire la prestigiosa carica, di raccogliere una preziosa eredità in campo musicale, impegnandosi nell’organizzazione di eventi culturali che richiamino un pubblico sempre pù vasto, anche in  tempi di ristrettezze  economiche come quelle che il Paese sta attraversando. Diplomato in Pianoforte e in Didattica della Musica nonché docente di Pianoforte presso l’Istituto Comprensivo “San Francesco”, il m° Ragona da tempo si occupa  di diffusione musicale, avendo ricoperto importanti incarichi nel direttivo dell’A.gi.mus. nazionale, con sede presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, e nell’Associazione Giovani Musicisti. Da circa un ventennio organizza stagioni concertistiche in città. L’associazione musicale gelese, nata come Scuola Normale di Musica il 1° luglio del 1934 l’Associazione, ebbe come suo Presidente Vincenzo Jacona, come Direttore artistico il m° Giuseppe Navarra, che ne fu anche finanziatore, e comeSegretario Rocco Tignino. Fin dall’inizioloscopo dell’associazione fu quello di incoraggiare e diffondere il culto della buona musica, con  concerti pubblici e privati.  Giuseppe Navarra, che fu anche aiuto bacchetta di Arturo Toscanini, riuscì a dar vita ad una lunga serie di manifestazioni artistiche con artisti famosi quali Casella, Bonucci, Poltronieri, Brengola.  Nel 1962 il testimone passò al Prof. Nicola Presti,  e nel 1975 all’avv. Giovanni Renda che su suggerimento del M° Giuseppe Pastorello dotò l’Associazione di un pianoforte a coda. assumendone la direzione dopo la morte del m° Renda. L’Associazione ha ospitato artisti di fama internazionale, Complessi Orchestrali dell’Est europeo, il Balletto classico, l’Opera lirica e si sono avvicendati artisti come Lya De Barberiis, Sergio Perticaroli, Bruno Canino, Salvatore Accardo, Severino Gazzelloni, l’Orchestra Filarmonica di Kiev, di Donestk, di Tirana.  Da tempo il  M° Pastorello aveva coinvolto e richiesto la collaborazione del M° Crocifisso Ragona, suo allievo di canto lirico e suo successore dopo la sua morte.

 

 

Articoli correlati