“Il mare di Gela” dell’artista Iudice, in mostra al Castello di Spadafora nella collettiva “La pratica della pittura. Perizia e ricerca nella Sicilia contemporanea”

Anche il maestro gelese Giovanni Iudice, tra gli artisti che parteciperanno alla mostra collettiva “La pratica della pittura. Perizia e ricerca nella Sicilia contemporanea” , che si terrà dal 5 dicembre 2015 al 4 gennaio 2016, presso il Castello di Spadafora a Messina. L’esposizione di opere d’arte, a cura dei  due critici d’arte nazionali, nonché curatori di mostre e giornalisti, Ivan Quaroni e Chiara Canali, fa parte della fortunata rassegna  Contemporary Art in Sicily – Spadafora che, aperta lo scorso agosto con un cartellone di dieci eventi, ha raccolto ampi consensi di pubblico e di critica, con oltre 9mila visitatori negli eventi già realizzati.

Dopo aver proposto le svariate forme dell’arte contemporanea siciliana, lanciando l’idea di una o più scuole presenti nell’Isola, l’appuntamento finale è dedicato ad una indagine sulla scena attuale della pittura contemporanea siciliana. 

Gli artisti dell’ultima generazione che si sono distinti per la loro ricerca pittorica sono: Alessandro Bazan; Giuseppe Bombaci; Andrea Buglisi; Angelo Crazyone; Andrea Di Marco; Fulvio Di Piazza; Emanuele Giuffrida; Giovanni Iudice; Filippo La Vaccara; Francesco Lauretta; Vincenzo Todaro; Giuseppe Veneziano; Ranieri Wandrelingh; William Marc Zanghi.

 

«La pratica della pittura – ha scritto Ivan Quaroni nel suo testo critico – è una mostra che documenta lo stato delle ricerche artistiche contemporanee in Sicilia, dentro e fuori il perimetro dell’Isola. È un compendio di come, in questi ultimi dieci anni, la pittura siciliana si sia declinata in una varietà di generi e modi, di strade e rivoli, in un costante bilanciamento fra tradizione e innovazione, perizia tecnica e sperimentazione, mito e cronaca, utopia e pragmatica».

«La generazione di pittori che abbiamo individuato nella mostra La pratica della pittura – spiega nel suo intervento Chiara Canali – fanno parte di  una Sicilia “ritrovata” sia come luogo identitario in cui vivere e produrre, campo-base di riflessione per quegli artisti che a partire dalla Sicilia partecipano di buon grado alla cultura della nazione e del mondo». L’artista  Giovanni Iudice presenterà l’opera “Il mare di Gela”, Giuseppe Veneziano sarà presente con “Mao Mao”, Alessandro Bazan con “Intrigo a Mondello”, Fulvio Di Piazza con “Riddles”,  Andrea Di Marco con “Leoncino”e infine Ranieri Wanderlingh con “Danze Africane”. La mostra La pratica della pittura si potrà visitare con ingresso gratuito tutti i giorni dalle 10.30 alle 20.30 e dalle 16.30 alle 20.30

 

 

 

Articoli correlati