“Il medico dei pazzi” fa il bis, ed è un successo

Grande successo di pubblico per lo spettacolo teatrale “”Il medico dei pazzi”, andato in scena per il 4 e il 5 gennaio, al Cine teatro comunale “Padre Giulio Scuvera” di Butera. Una commedia in tre atti scritta nel 1908 da Eduardo Scarpetta con tanti attori  appartenenti all’associazione Volta la Carta.  La recita, parla di Ciccillo (Luigi Passaniti), un giovane scansafatiche, amante del gioco e tabarin, abituato da anni a vivere alle spalle dello zio Felice Sciosciammocca di Roccasecca, (Nunzio Sibione). Il quale credendo di pagare la sua istruzione medica, invia denaro, sino a quando giunge a Napoli, insieme alla consorte Concetta (Giusi Pasqualino), per vedere come si è sistemato il nipote nella sua nuova clinica. Da qui in poi nasce il panico! Il nipote architetta insieme all’amico Michele (Giuseppe Provinzano), un nuovo piano ai danni dello zio. In un crescendo s’incrementa il tema, movimentando la commedia senza entrare nel profondo del termine “pazzia” poiché la rappresentazione tende solo a fare ridere gli spettatori senza sviscerarne l’intrinseca parola. Alla fine tutto si risolve come in ogni commedia brillante, Ciccillo sarà perdonato dallo zio, mentre Felice si riconcilierà con i cosiddetti pazzi della presunta clinica, meglio identificata come “Pensione Stella”. ” Questo gruppo di ragazzi – ha detto Giuseppe Provinzano- quando sale sul palco è come se fosse al suo primo debutto, non va in scena tanto per andare se tutto non è come deve essere rappresentato! E’ facile per alcuni attori sapere recitare la parte, basta studiarla, a loro questo non basta. Il pubblico ha diritto ad assistere a recite decenti se non sublimi. Dal loro punto di vista i ragazzi dell’Associazione ci mettono il cuore”.  
Lo spettacolo porta la regia di Orazio Taibbi, che ha riadattato il  testo, togliendo quella patina polverosa di un secolo, rendendolo fluido e attuale senza stravolgerne il contenuto. Questi gli altri  componenti dello spettacolo: Melania Casisi (Amalia), Pierangelo Chiolo (Errico), Andrea Buttiglieri (Don Carlo), Roberta Bunetta (Rosina), Rosario La Bella (Luigi), Pino Marsana (il Maggiore), Giuseppe Lo Bartolo (Peppino), Claudia Cannizzaro (Margherita), Rocco Andaloro (Raffaele), Ausilia Pasqualetto (Carmela), Mariachiara Bunetta (Bettina) e Rocco Luca (Venditore ambulante). 
 

Articoli correlati