Il messaggio di Papa Francesco: Troppi bimbi abusati e uccisi

«Davvero tante lacrime ci sono in questo Natale, insieme alle lacrime di Gesù Bambino». Francesco si affaccia dalla Loggia delle benedizioni della basilica di San Pietro per la benedizione “Urbi et Orbi”. E parla del dolore degli innocenti quello dei bambini. L’aborto, «i tanti bambini abusati», le guerre. «Gesù Bambino, il mio pensiero va oggi a tutti i bambini uccisi e maltrattati, sia a quelli uccisi prima di vedere la luce, privati dell’amore generoso dei loro genitori e seppelliti nell’egoismo di una cultura che non ama la vita; sia a quei bambini sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice; e ai bambini massacrati sotto i bombardamenti, anche là dove il figlio di Dio è nato. Ancora oggi il loro silenzio impotente grida sotto la spada di tanti Erode. Sopra il loro sangue campeggia oggi l’ombra degli attuali Erode». Il suo messaggio va dai cristiani in Medio Oriente alla Terra Santa, dai bimbi uccisi in Pakistan all’Ucraina, dai conflitti che insanguinano l’Africa all’epidemia di Ebola, ripercorre i dolori del mondo: «Il potere di Cristo, che è liberazione e servizio, si faccia sentire in tanti cuori che soffrono guerre, persecuzioni, schiavitù. Sì, fratelli, Gesù è la salvezza per ogni persona e per ogni popolo!». 

 

Articoli correlati