Il Pd primo partito in Sicilia. Grillini secondi. Scompare il centrodestra

Stando ai risultati delle amministrative che si sono svolte nei 53 comuni della Sicilia, il Pd cresce e si conferma mediamente il primo partito dell’isola. I partiti e i movimenti alleati hanno raggiunto un buon risultato ma, tranne poche eccezioni, non sono decisivi o almeno non lo sono quando i democratici si sono. Intanto è scompare il centrodestra a guida forzista, polverizzato tra l’altro in una valanga di liste civiche. I grillini, ovunque si sono presentati si sono classificati come secondo partito. si sono presentati, hanno conquistato in genere la seconda piazza. Quindi i risultati dello spoglio confermano un cambiamento dell’assetto politico iniziato con le Regionali del 2012 e proseguito con le Europee dell’anno scorso. Il Pd era uscito dalle Regionali con il 13,4% (senza considerare i voti presi dal Megafono di Rosario Crocetta). E ora ha conquistato il 15% nei Comuni più grandi. Oscillano, i democratici, fra il 7,6% di Agrigento (dove sostenevano il candidato dell’Udc) e il 16,5 di Carini. Passando per il 16,2 di Marsala. A Enna, la rottura con Vladimiro Crisafulli, il Pd, presentato con il simbolo Ed ha conquistato il 33,5%.