Il porto di Gela attende l’impegno di Crocetta: interviene il Comitato del Golfo del Porto

Nonostante siano trascorsi  venti giorni dall’ ultima riunione che si è tenuta  alla Protezione Civile Di Palermo per la problematica  del Porto rifugio  Di Gela, ancora si aspetta il finanziamento di 5800000 euro. Eppure i progetti risultano essere pronti e definiti.
Questo quanto sottolineato dal Comitato Porto del Golfo di Gela.  Il progetto diventerà esecutivo solo con l’ottenimento del  finanziamento  che dovrà essere decretato con una semplice riunione alla Presidenza della Regione, convocata dal Presidente della Regione Rosario Crocetta che era presente alla riunione a Palermo asseme al  Comune di Gela , Eni , protezione civile.
La somma servirà per i lavori di dragaggio e allungamento  del braccio di ponete .
” Ma tale riunione non arriva, forse perché il presidente Crocetta ha dimenticato quel l’orgoglio di essere gelese che lo ha  portato a ricoprire una delle cariche istituzionali di massimo livello , o forse perché la politica fin ad oggi ha solo preso per i fondelli i cittadini proclamanto le solite promesse e facendosi le campagne elettori con i famosi  32.0000 di euro delle compensazioni del protocollo del 6 novembre 2014 firmato nei tavoli istituzioni che servivano per il rilancio del territorio sia in termini socio economico che ambientali e sanitari , che forse non esistono .” Questo ha sottolineato il Comitato del Golfo del porto.  
 
Quindi ancora ad oggi attendiamo una risposta dal Presidemte delle Regione Crocetta. 
Il Comitato ha già inviato una lettera al governatore della Sicilia e a tutti i  deputati nisseni, ma ad oggi la situazione all’interno del Porto rifugio di Gela risulta essere sempre più disperata, visto che i fondali all’imboccatura sono arrivati ad un pescaggio che non consentono più né si entrare né di uscire anche con piccole imbarcazioni con pescaggio di 60cm. 
“Proprie quelle piccole imbarcazioni – sottolinea il Comitato – condotte dai pescatori che ogni mattina dovrebbero andare a pescare per cercare di guadagnare  la loro giornata lavorativa e non solo, ma  anche gli operatori portuali che ogni mattina vanno a presidiare le piattaforme presenti sul Golfo  di Gela per garantire la sicurezza anche a livello ambientale , per non parlare  dei mezzi  di soccorso che fra qualche giorno visto che siamo alle porte della nuova stagione estiva non posso più uscire dal porto per garantire la sicurezza sia ai natati sia ai bagnanti”.  
 
Il comitato lancia un nuovo appello  a tutta quella classe politica al fine di sensibilizzare il presidente della Regione dlela Sicilia Rosario Crocetta a convocare con urgenza la riunione per decretare il finanziamento. Il comitato in caso di mancanza di riscontro annuncia la protesta, fino a quando non si avranno le  risposte da parte del Presidente delle Regione Sicilia e da tutta la politica gelese .