Il quartiere “Mulino a vento” invaso da zecche e serpenti, strade impercorribili dalle ambulanze

Degrado e abbandono nella zona “Mulino a vento”. I residenti di via Venere e delle strade limitrofe, fra il Museo archeologico e la via Generale Cascino, da anni sono costretti a vivere tra le zecche, i serpenti e i topi, con gradinate fatiscenti e strade non asfaltate e impercorribili persino dai mezzi di soccorso. Una situazione divenuta ormai invivibile. Sono stati tanti i reclami e gli appelli rivolti ad oggi alle autorità competenti, ma rimasti inascoltati e i residenti sono giunti allo stremo della sopportazione. La richiesta, dunque, è che l’amministrazione provveda con urgenza alla disinfestazione della zona e alla messa in atto di interventi per rendere vivibile l’intero quartiere e dare giustizia a una via che, ironia della sorte, è intitolata a Venere, la Dea della bellezza.