Il Senato approva il ddl contro il cyberbullismo, basta vittime della rete

Approvato al Senato all’unanimità il disegno di legge contro il cyberbullismo, un fenomeno purtroppo molto diffuso che mette in pericolo i minori in rete. Da qui la necessità di norme a tutela della dignità di questi soggetti, ragazzi e adolescenti, che usano e vivono in prima persona il mondo di internet. Nel disegno di legge, che risponde ai bisogni dei ragazzi, dato che i due terzi ritengono che proprio il cyberbullismo costituisca la principale minaccia nella loro vita, si è puntato sulla formazione, sulla prevenzione e su misure di intervento concrete per contrastare il fenomeno quali l’introduzione di una procedura di ammonimento, come avviene per lo stalking e volto a responsabilizzare i ragazzi dai quattordici anni in su che si sono resi responsabili di condotte riconducibili a reati. La legge mira a creare inoltre una sinergia fra istituzioni, associazioni, genitori, studenti e aziende del settore new media, rafforzati dalla competenza e dal contributo della Polizia Postale. Si spera, pertanto, che in questo modo i ragazzi possano imparare a usare correttamente e coscientemente internet, sfruttandone le risorse e non alimentandone i rischi. Il provvedimento adesso passerà all’esame della Camera.