“Il Signore mi ha sempre cercato”. L’esperienza del giovane seminarista gelese Carmelo Salinitro

Domenica prossima in Chiesa Madre il giovane gelese Carmelo Salinitro, con la messa della 19:00, sarà istituito Accolito. Un ultimo passo che lo porterà a diventare diacono e infine sacerdote.

Sarà il vescovo Mons. Rosario Gisana a presiedere la celebrazione eucaristica, proprio nella città in cui il seminarista è cresciuto.

Carmelo Salinitro, 35 anni è nato e vissuto a Gela  prima che la sua vocazione lo portasse a Catania, poi a Palermo e infine a Piazza Armerina dove dal 2016 ha frequentato il seminario che lo sta portando a diventare sacerdote.

“Il Signore mi ha sempre cercato, attraverso le persone che ho incontrato, e io ho risposto alla vocazione. Il Signore attraverso me continua il suo operato” ha detto Carmelo.

Una scelta forte quanto inusuale per un ragazzo così giovane, cullata all’interno del cammino neocatecumenale della parrocchia locale di San Agostino

“Ho sempre frequentato la Chiesa di Sant’Agostino  fin da ragazzino, ma ho sentito la vocazione il giorno in cui una signora mi chiese di portare un pacco ai frati della Convento di San Agostino. Lì incontrai Fra Francesco e ho cominciato a dare una mano per i poveri, e ho scoperto la vocazione” ha detto Carmelo.

Non sono mancati i momenti di crisi, il suo è stato un percorso non lineare, ma il Signore continuava a operare per lui.

Carmelo dopo il diploma di maturità conseguito all’ex istituto Magistrale ha continuato i suoi studi a Catania, dove ha frequentato lo Studio Teologico San Paolo. Dopo la Laurea conseguita nella città etnea, si è trasferito a Palermo per il biennio di specializzazione conseguendo la Licenza di Teologia Pastorale.

Nel frattempo il Signore era sempre presente nella sua vita.

“Io dico sempre che prima il Signore mi ha sposato e poi ci siamo fidanzati. Il suo corteggiamento è continuo”

Ma c’è stato un incontro determinante per Carmelo, quello con padre Alabiso.

Carmelo per cinque anni ha frequentato l’Opera Pia Pignatelli con progetti per bambini con disagi.

“Lui mi ha fatto capire ancora una volta quanto Dio mi amasse, e quanto io lo avessi sempre cercato. Anche in quella esperienza all’Opera Pia il Signore mi ha sempre cercato, anzi più mi allontanavo e più mi cercava. Monsignor Alabiso mi  ha accompagnato a Piazza Armerina per frequentare il Seminario” Ha detto Carmelo.

Carmelo è il primogenito di tre figli.

“I miei genitori mi hanno sempre sostenuto, sono stati sempre presenti e mi hanno guidato in questa scelta”.

Carmelo Salinitro dopo l’Ammissione all’Ordine e il conferimento  del  Lettorato, è arrivato alla tappa importante dell’Accolitato.

“Non so ancora dove sarà destinato”. Ha riferito Carmelo. Lo aspetta un anno ancora di preparazione per rafforzare la vocazione.

Intanto in una Gela in crisi la vocazione non manca. Altri due giovani sono stati ammessi al Seminario di Piazza Armerina. Nunzio Samà e Francesco Spinello.

“Questa è la risposta che il Signore ama la nostra città”. Ha concluso Carmelo Salinitro