Il sindaco Conti “Custode dell’identità territoriale”: il riconoscimento durante la Sagra del Carciofo

In occasione dell’inaugurazione della 38esima  edizione della Sagra del carciofo, è stato conferito al sindaco Massimiliano Conti dalla “Libera Università rurale – Saper&Sapor” il riconoscimento di “Custode dell’identità territoriale”.

Tale consegna ha  formalmente avviato  il percorso  “Niscemi, Borgo GeniusLoci De.Co”,  alla presenza dell’assessore regionale all’agricoltura  On. Edy Bandiera, dell’On. Michele Mancuso e di tantissimi sindaci dei Comuni vicini e dell’hinterland.

A consegnare il riconoscimento al sindaco Conti è stato Nino Sutera, laureato in Scienze e tecnologie agroalimentari,  Funzionario direttivo della Regione siciliana,   “Formatore Consulente” del Formez, nonchè  ideatore dei “Borghi GeniusLoci De.Co”.

Il percorso “ Borghi  GeniusLoci De.Co.” (Denominazione comunale), avviato con la proficua collaborazione della Consigliera comunale Viviana Stefanini, prevede un modello di elementi essenziali di relazionalità che sono il territorio, le tradizioni, la tipicità, la tracciabilità e la trasparenza.

 “Si tratta di un percorso che tutela la storia, le tradizioni del patrimonio culturale comunale ed i sapori tradizionali legati alle produzioni del territori- ha detto Nino Sutera- poiché costituiscono un inestimabile valore da difendere e preservare.”

Un percorso che vuole salvaguardare e valorizzare il locale, rispetto al fenomeno della globalizzazione che tende ad omogeneizzare prodotti e sapori.

“L’obiettivo è quello di incrementare il turismo enogastronomico puntando sulla spiccata tipicità delle pietanze ereditate dalle antiche tradizioni locali”. Ha detto il sindaco Massimiliano Conti.

La denominazione comunale (De.Co.) “Borghi Genius Loci” è un atto politico, nelle prerogative del Sindaco, che presuppone una conoscenza del passato, un’analisi del presente ed una progettualità riferita al futuro.

Il tutto nell’ottica di un incremento del turismo enogastronomico, che garantirà una grande  opportunità per lo sviluppo dell’economia locale, specie per le piccole comunità rurali.