Pira alla Mattei. Cyber bullismo e sexting: forti, ma non imbattibili

Il sociologo Francesco Pira è stato il relatore del seminario su cyber bullismo e sexting, che si è tenuto ieri presso la scuola media E. Mattei. L’incontro, dal titolo “Scuola e nuove tecnologie. Gli alunni digitali nativi tra rischi e opportunità” era riservato ai docenti ed è stato introdotto dalla dirigente scolastica Agata Gueli. “Scuola e famiglia – ha detto Pira – devono collaborare. Hanno due nemici forti ma che non sono imbattibili. Si chiamano cyber bullismo e sexting”. Francesco Pira, docente di comunicazione all’Università di Messina, ha condotto diversi studi sui nuovi pericoli per gli adolescenti derivanti dalla rete, in una società ormai orientata sull’esibizionismo e consumismo sfrenato, e ha  pubblicato parecchi saggi su questa tematica. “Comunichiamo e attraverso ciò, che comunichiamo – ha detto Pira nel suo intervento – cerchiamo di costruire una relazione che si realizza attraverso la connessione, l’accettazione è anche ricerca di gratificazione che avviene attraverso il commento. Siamo molto io e poco noi, la rete in questo momento è ancora un surrogato di comunità, siamo ancora all’interno di spazi di elaborazione e sperimentazione identitari. Una grande opportunità di crescita collettiva ma che può diventare un enorme spazio manipolatorio”.Durante l’incontro sono state tante le domande da parte dei docenti, che sono i responsabili, assieme ai genitori, dell’educazione degli adolescenti. L’obiettivo comune deve essere quello di formare una nuova società rifondata sui valori, che si sono persi.

Articoli correlati