Il teatro al Museo archeologico di Gela con “Perbacco” , di e con Sandro Dieli


C’è anche il Museo archeologico di Gela tra gli undici luoghi della Sicilia che raggiungerà fino a domenica 23 dicembre il “Museo delle marionette Antonio Pasqualino” con l’iniziativa  “Circuito teatrale Museo Pasqualino”.

Si tratta di due spettacoli della letteratura classica in scena in luoghi che solitamente non fanno parte dei grandi circuiti teatrali:  “Le metamorfosi di Ovidio” “Perbacco, storie e racconti sul vino”, realizzati dall’attore e regista siciliano Sandro Dieli.

A Gela, il 20 dicembre a partire dalle ore 18:30, andrà in scena “Perbacco storie e racconti sul vino” . Si tratta di un viaggio che trasporta lo spettatore dal Caucaso, culla del vino, fino al Mediterraneo in una narrazione fitta e accattivante. Passando dal Vecchio Testamento a Omero e attraversando la Mesopotamia dell’Epopea di Gilgamesh, il vino assurge a strumento per la comprensione del mondo e diventa portatore di cultura e storia, accomunando gli spettatori in un racconto che ancora ci appartiene.

Sandro Dieli. Dal 2012 è il direttore artistico del progetto internazionale Teatro d’Appartamento tra la Spagna e l’Italia, dirigendo tra gli altri “Delirio a due” e “Yerma”. Attore, mimo, regista, autore, ha studiato con Marcel Marceau, Anne Dennis (assistente di Etienne Decroux), Lindsay Kemp e Michele Perriera (Pistola nello spettacolo “Kean”). Ha lavorato con Peter Greenaway in “100 objects to represent the world” e con Robert Wilson in “TSE” e “Persefone” in tourneè nei principali festival internazionali. Ha partecipato come attore, tra gli altri, ai seguenti film: “The Palermo shooting” (Wim Wenders), “Empire” (K. Manners), “Secret Passage” (A. Kenovic) e “Ascaris” (A. Vazquez-protagonista). E’ autore di Voglio Teatro! reality tv sul teatro. Ha partecipato alle serie televisive “Incantesimo”, “La squadra”, “La baronessa di Carini”. Co-sceneggiatore e coach del film “La Terramadre” (N. La Marca, Berlinale 2008). Ha diretto “LSU” di A. Pizzullo, “Happy ending”, “La Casa di Bernarda Alba” di Lorca (protagonista) e ha scritto e diretto lo spettacolo “…Opere ed omissioni” (La Vicaria diretto da Emma Dante). Dal 2006, nell’ambito del progetto teatro di narrazione, ha messo in scena Perbacco, Lungo le arterie del mondo, Molo Nord e Le Metamorfosi, da anni in tournée in Italia e all’estero. Coautore e coregista con Nello La Marca di “Framing Art – Peter Greenaway talks about (his) Art” RAISAT ART. È coautore con Rino Pitruzzella e regista del programma “Librarsi”, premiato nel ’99 come migliore format televisivo al Festival del Cinema Turistico Milano. Autore del documentario “Molo Nord – Storie di Emigrazione Siciliana in Argentina”, presentato al Festival di Taormina 2006, Buenos Aires, New York, Roma. Ha pubblicato il romanzo Civico numero 27 (Glifo edizioni), la raccolta di racconti “Lungo le Arterie del Mondo”, Il racconto “Gas di scarico” e il romanzo “Lillo, Lollo e la Malafemmina” (Giulio Perrone Editore). Il suo racconto “Gattara” è stato tradotto in inglese col titolo “Cat Lady”.