Il volto della Madonna scolpito in un’anguria, l’originale dono di un ristoratore gelese

Il volto della Madonna scolpito su un’anguria. È stato questo il dono originale di un ristoratore gelese, Graziano Di Dio, fatto alla Madonna delle Grazie durante la processione che sta proseguendo in questi minuti lungo le strade di Gela. Un’offerta che ha meravigliato anche i frati cappuccini e i numerosissimi fedeli presenti. Circa un anno fa Graziano maturò l’idea di iniziare a scolpire la frutta perfezionando via via la tecnica e realizzando di tutto, dai personaggi dei cartoni animati ai fiori e molto altro. Vere e proprie sculture che prendono vita da alimenti che la gente comune è abituata a servire soltanto a tavola. Un dono umile e semplice, frutto del lavoro manuale con cui Graziano si dà da fare ogni giorno. “Un gesto che nasce dal profondo del cuore – ci ha detto ancora molto emozionato – non c’è un motivo ben preciso. Forse è stato un modo per avvicinarmi nuovamente alla fede”. Un bel gesto che ha profondamente colpito anche fra’ Clemente che ha baciato il volto della Madonna scolpito nell’anguria prima di prostrarla alla Vergine.

Articoli correlati