Il WWF di Caltanissetta salva un Gheppio, rapace protetto

Un esemplare di Gheppio (Falco tinnunculus), è stato rinvenuto ferito nelle campagne di San Cataldo nelle scorse settimane, grazie all’intervento del personale del Nucleo Guardie Giurate di vigilanza ambientale del WWF di Caltanissetta.

Il rapace era stato avvistato dalla sig.ra Gaetana Capizzi che lo aveva consegnato al veterinario dott. Raffaele Caputo. Questi ha immediatamente prestato le prime cure al rapace e poi ha chiesto l’ausilio delle Guardie WWF. Il Gheppio è stato ricoverato presso il “Centro regionale per il recupero della fauna selvatica” di Ficuzza (PA) gestito dalla Lipu, dove è stato sottoposto agli interventi e cure veterinarie del caso e, dopo la riabilitazione, potrà essere liberato e reimmesso in natura.

Come tutti i rapaci, il Gheppio è una specie super-protetta dalla Legge 157 del 1992: essendo un animale selvatico appartenente al “patrimonio indisponibile dello Stato”, ne è vietata la cattura e detenzione, punite con sanzioni penali che prevedono anche l’arresto fino ad 8 mesi. Si tratta di un piccolo rapace molto utile perché la sua alimentazione è basata su piccoli roditori, rettili e insetti e, quindi, svolgere un importante ruolo ecologico e di equilibrio naturale