Imbarcazione austriaca si incaglia nel porto di Gela: salvati i due occupanti

Una ennesima imbarcazione si é arenata nel porto di Gela, a causa del basso fondale e imboccatura inagibile.

Si é trattata di una imbarcazione da  Diporto di 22 mt con bandiera austriaca. Tempestivo l’intervento della capitaneria di porto di Gela  che ha inviato una pattuglia di Mare Sicuro.

L’imbarcazione era alla deriva diretta verso i flangiflutti del molo nord. Con l’aiuto del comitato dei barcaioli e dei pescatori presenti nell’area portuale messi in salvo due uomini.

ll comandante della yacht ha riportato danno fisici alla mano ed é stato condotto al pronto soccorso del Vittorio Emanuele. L’altro occupante é stato tratto in salvo grazie all’intervento dei Vigili del fuoco.

Attualmente l’imbarcazione é al sicuro è monitorata, domani all’alba riprenderanno le operazioni di disincaglimento.

Da anni il comitato del Porto del golfo denuncia lo stato e le condizioni di degrado del porto di Gela nei tavoli della Regione Siciliana,  ma putroppo si sono sempre stati effettuati dei lavori di urgenza con piccoli ed inutili interventi di dragaggio.

Il comitato porto di Gela chiede subito un intervento del Presidente della Regione Siciliana Musumeci e di tutta la deputazione gelese ( Di Paola Nuccio, Arancio Giuseppe , Mancuso , Cancelleri ) di intervenire politicamente per risolvere con urgenza le condizioni del porto di Gela ormai diventato la trappola del mare .