In tantissimi ai funerali della famiglia Barba: Mussomeli sconvolta dalla tragedia

In tantissimi hanno partecipato ai funerali di Salvatore Barba 75 anni e dei figli Enzo, 43, e Flavia 27, che si sono svolti oggi pomeriggio nella chiesa di Cristo Re a Mussomeli.

I tre sono vittime del grave incidente stradale verificatosi venerdì mattina sulla Gela-Caltanissetta, mentre tornavano dal matrimonio a Catania di una loro parente.

Una tragedia che ha sconvolto la città di Mussomeli dove i tre erano proprietari di una edicola molto frequentata e  che, da quando è successo il terribile incidente contro un tir, è diventata meta di pellegrinaggi. Conoscenti e amici hanno lasciato fiori e candele e biglietti dietro la saracinesca abbassata.

A tutti mancherà la cordialità e dolcezza di Salvatore Barba, la sensibilità di Enzo e la solarità di Flavia, la più giovane dei figli di Salvatore. Unica sopravvissuta a questa ingiustificata tragedia la figlia Tiziana.

La famiglia Barba era stata già segnata dal lutto per la perdita prematura di Rina, mamma di Tiziana, Flavia e Enzo. Una famiglia molto unita, come mostrano le foto del social network. I figli erano molto legati al padre, così come lo erano tra di loro i fratelli. Flavia e Tiziana erano sorelle e anche grandi amiche. Spesso insieme e sorridenti.

La saracinesca della cartoleria è rimasta chiusa e nessuno dei tre tornerà ad aprirla. Ricordo il sorriso di Flavia il giorno prima dell’incidente quando mi ha accolta al negozio, non posso credere che quella fosse l’ultima volta che l’avrei vista. Ha scritto qualcuno.

Per la giornata di oggi il sindaco di Mussomeli Giuseppe Catania ha disposto il lutto cittadino e tutti gli esercizi commerciali sono rimasti chiusi nelle ore delle esequie. La Procura, chiarita la dinamica dell’incidente, già sabato aveva dissequestrato le salme non dispondendo l’autopsia ma soltanto una semplice ispezione cadaverica.

Ai funerali si è stato deciso di installare all’esterno della chiesa un maxi schermo per consentire a tutti di partecipare alla cerimonia funebre.