In Usa da 30 anni: Gela pronta ad accogliere il suo illustre figlio Caltabiano

Venerdì 11 marzo Gela accoglierà uno dei più suoi illustri figli, assente dalla città da 30 anni. Si tratta del gelese Giuseppe Caltabiano,  che vive negli  Usa dove ricopre il ruolo di  senior manager della Nxgen International, una delle più importanti società di sicurezza dei pagamenti elettronici nel mondo. L’accoglienza avverrà a partire dalle 9:30, presso  la Pinacoteca Comunale di viale Mediterraneo. Alle ore 11:30 Caltabiano incontrerà gli studenti del Liceo Scientifico in cui si diplomò alla fine degli anni Settanta.
Nel pomeriggio è prevista la visita alle bellezze storiche e monumentali di Gela, mentre alle ore 18,00 Caltabiano sarà accolto dal Consiglio Comunale in un’apposita conferenza istituzionale, indetta dal presidente Alessandra Ascia. È stato il sindaco Domenico Messinese a segnalare il suo nome al distretto turistico della Valle dei Templi, dove ieri sera è stato inaugurato il mandorlo in Fiore e dove è già  arrivato l’ingegnere, dopo aver percorso  5 aerei vari continenti. Giuseppe Caltabiano, 54 anni, parla sei lingue e ha operato in cinque continenti. La sua storia privata e professionale, pur essendo stata molto intensa, non ha mai dimenticato le sue origini, tanto da aver chiamato il suo cane “Attìa” e da aver personalizzato la targa della sua automobile col nome “Sicilia”. Caltabiano ha lasciato la città di Gela dopo aver conseguito la maturità scientifica per andare a studiare Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano. Da giovane laureando ha lavorato per una società dell’Olivetti, poi per la Philips, la Fingros Card System di Berlusconi, la Verifone. Per quest’ultima società si è trasferito  a Londra e a Singapore. Quando però Verifone fu acquisita da Hp, Caltabiano e tutti i vecchi dipendenti furono licenziati, l’ingegnere gelese si è trasferito in Australia, dove ha creato creò la società Smart City, associandosi  a Cyber.net , per poi ritornare in  Italia per lanciare i prodotti in Europa. Una nuova crisi economica lo ha tagliato  fuori dal mercato, ma Caltabiano è riuscito a riemergere proponendosi come “amministratore delegato multiproprietà”, per poi rilanciare la Nxgen, nello Stato del Montana, in Nxgen International.